DOMENICO CARA
Scheda personale

Critico, storico dell'arte, saggista e poeta Domenico Cara è nato a Grotterìa (Reggio Calabria) il 27 settembre 1927. Vive e lavora a Milano. Ha pubblicato Arabeschi e parole (1966), Personaggi del Concilio (1966), L'impiego dell'immagine (1967), Marc Chagall:due momenti dell'operazione grafica (1969), La comunicazione emotiva (1969), Strutture grafiche e segni (1974), Imperfetto e metafora (1984).
Ha pubblicato inoltre una serie di monografie su artisti attuali e diverse cartelle di grafica con opere originali dei medesimi. Ha pubblicato studi sul Dadaismo, sull'Espressionismo tedesco, su Paul Klee, Alexander Archipenko, Oskar Kokoschka, Max Ernst, Gino Rossi, Jean Fautrier, Francis Bacon, Jean-Paul Riopelle, Lucio Fontana ed altri maestri contemporanei.
Ha fondato il Gruppo di ideologia e di ricerca creativa veneziano: Dialettica delle Tendenze e le edizioni "Laboratorio delle Arti", insieme alla collana di documenti di grafica: Le dimore dell'occhio. Ha organizzato Le connessioni simultanee (proposte giovani per un'esposizione itinerale europea a Namur, Aalts. Ostenda, ecc.), una mostra delle avanguardie a Milano negli anni Settanta, quindi L'immagine, l'evento, il colore (25 artisti italiani oggi) e Immediatamente dopo l'azzurro (grafica italiana nei nostri anni). Ha collaborato e collabora a innumerevoli pubblicazioni d'arte.
Suoi scritti sono stati tradotti in varie lingue.
Ha fatto parte della Giuria internazionale del premio di disegno Joan Mirò a Barcellona. S'interessa inoltre di scritture visuali e di libri-oggetto, ed ha esposto in Italia , Germania, Stati Uniti d'America. (Da questa nota bio-bibliografica è stato escluso l'aspetto relativo alla produzione letteraria).


© Copyright January 1998 by VEM INTERNATIONAL Milano - Italy